Ilva e Alitalia: il carciofo del Bad Country

Pubblichiamo un articolo di Mario Seminerio tratto dal sito www.phastidio.net Cosa potrebbero avere in comune Ilva ed Alitalia, per i contribuenti italiani? Risposta banale: che sono altoforni di denaro pubblico e di una classe politica incapace di mettere degli stop loss alle perdite per i contribuenti. Ma oltre a ciò, emergono similitudini anche nella reiterazione dei modi per produrre perdite:

Continua a leggere

Movimento delle sardine: io ci sto

Forse è troppo presto per esprimere un parere razionale sul movimento delle “sardine”. Sarebbe bene, di fronte a queste manifestazioni di piazza, proposte da giovani sui trent’anni non impegnati in qualche partito, ma rivolte a tutte le età, in buona parte silenziose, ma parlanti con i simboli della democrazia, stare in ascolto, cercare di coglierne i segnali profondi, senza essere

Continua a leggere

Colf e badanti: perché non una sanatoria?

E’ dal 2012 che l’Italia ha smesso di programmare  gli  ingressi regolari degli immigrati, cioè di coloro che possono entrare in maniera trasparente con tanto di visto sul passaporto dagli aeroporti e non con i barconi, quelli chiamati cioè a  svolgere attività lavorativa dalle imprese e dalle famiglie.  Il Paese purtroppo in preda ad una sindrome di accerchiamento, ha deciso

Continua a leggere

Le aziende e gli appalti: nuovi ostacoli dal 2020

Mentre è in corso il disastro di Venezia, in Parlamento si discute la Legge di Bilancio, la chiusura dell’Ilva incombe si verificano anche cambiamenti apparentemente minori, ma significativi. Il 26 ottobre è stato approvato il Decreto Legge  124/2019 che nel silenzio di molti ha istituito fra le altre cose,  un meccanismo piuttosto complesso nella filiera degli appalti, obbligando le aziende

Continua a leggere

Perché Arcelor Mittal vuole lasciare l’Ilva

Il settore dell’acciaio attraversa una fase difficile. Perciò si sono indebolite le ragioni che hanno spinto ArcelorMittal a partecipare alla gara per l’acquisizione dell’ex Ilva. La revoca dello scudo legale ha dato un buon pretesto per uscirne. SCUDO PENALE E RECESSO Il 16 giugno 2019 ArcelorMittal Italia spa (la nuova società costituita per gestire l’ex Ilva) aveva dichiarato: “se il

Continua a leggere

La tragicommedia dell’Ilva

Dal 2012 va in onda una tragedia accompagnata da una commedia. Protagonista è l’Ilva di Taranto considerata anni orsono, come ricorda oggi sul Messaggero Romano Prodi,  l’impianto siderurgico più efficiente di tutta l’Europa occidentale Chi lo diceva? Il signor Mittal che, all’epoca, non poteva immaginare che un giorno il suo gruppo sarebbe stato a un passo dall’acquisto di Ilva. La

Continua a leggere

Ancora su indifferenziata e termovalorizzatori

Repetita iuvant ci insegnavano a scuola e noi di civicolab insistiamo: in Italia c’è la crisi dei rifiuti perché mancano i termovalorizzatori. Una politica incapace, timorosa e opportunistica si è piegata ad una parte minoritaria (ma rumorosa) degli italiani che crede alle favole e vuole che tutti ci credano. E noi ritorniamo sulla questione con un nuovo articolo di Pietro

Continua a leggere

Ma chi paga le imposte veramente?

Troppo spesso quando si affronta il tema fiscale in Italia, la stessa dirigenza politica cade nell’errore di proposte orientate al populismo ma poco eque o difficilmente sostenibili guardando ai dati. Una voce fuori dal coro è sicuramente quella di Alberto Brambilla presidente del Centro studi itinerari previdenziali. Pubblichiamo un suo intervento tratto dal sito www.ilpuntopensionielavoro.it Per tutti coloro (pochi) che

Continua a leggere

Quando le tasse diventano un tabù

Pubblichiamo un articolo di Massimo Bordignon tratto dal sito www.lavoce.info In Italia si parla di tasse solo per dire che vanno tagliate per tutti, sempre e comunque. Ridurre gradualmente la pressione fiscale è un obiettivo ragionevole. Ma la ricerca del consenso impedisce una necessaria riforma complessiva del sistema tributario. TASSE E CONSENSO Il surreale dibattito sulle tasse che ha seguito

Continua a leggere
1 2 3 59