Corruzione e inefficienza: un binomio inscindibile

il punto del blogChe la corruzione sia la manifestazione più evidente di una distorsione profonda nel rapporto tra istituzioni e cittadini lo sappiamo da tempo, ma i fatti ci rafforzano sempre più in questa idea. A Roma continuano gli arresti di dipendenti comunali scoperti a vendere trattamenti di favore per coprire abusi e irregolarità urbanistiche.

Ciò che colpisce è che i funzionari comunali sono accusati anche di aver rallentato le pratiche ordinarie per poi sbloccarle a pagamento. Ciò che è un diritto diventa un favore in vendita. Non è una novità assoluta. Sembra, infatti, che nel passato questa pratica fosse molto diffusa e che una qualunque prestazione amministrativa fosse soggetta a mance, mancette e raccomandazioni. La corruzione non nasce da un giorno all’altro, ma è una pratica che si forma nel corso degli anni e che si rafforza perché gioca sul contrasto efficienza/inefficienza dove quest’ultima è la modalità ordinaria di funzionamento delle amministrazioni e dei servizi mentre la prima è alimentata dalle decisioni arbitrarie di chi si fa corrompere. Chi si ricorda del catasto di una volta sa di cosa si tratta.

Per questo, quanti hanno a cuore la legalità, dovrebbero innanzitutto battersi contro l’inefficienza perché è questa che crea le condizioni per la corruzione. Sarebbe interessante, per esempio, un’indagine sulla produttività dei dipendenti del comune e delle aziende comunali di Roma per vedere se per caso non ci sia l’incapacità di far lavorare bene tutti specie nei settori più delicati come l’urbanistica. Se questa incapacità ci fosse non dovrebbe essere considerata casuale né irrilevante, ma un sintomo grave di qualcosa di peggio.

E comunque si conferma che non basta cambiare la guida politica delle amministrazioni per risolvere i problemi. Bisogna incidere sulle posizioni di rendita a cominciare dai dirigenti ruotando gli incarichi nei diversi settori dell’amministrazione tanto per cominciare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *