Libera: educazione alla legalità, partecipazione, civismo (di Angela Masi)

Leggendo i giornali e seguendo i Tg sembra che l’Italia sia solo quella rappresentata dalle cronache politiche fatta, troppo spesso, di manovre e lotte per conquistare spazi di potere. C’è, però, un’altra Italia nella quale i cittadini si impegnano per svolgere attività di interesse generale. È il vasto mondo dell’attivismo civico e dell’impegno politico in movimenti e associazioni che non

Continua a leggere

La farsa del governo e il dramma dei disperati (di Angela Masi)

Un teatro di marionette che si prendono gioco dell’Italia, della democrazia e degli italiani: questo lo spettacolo che ci si è presentato l’altro giorno in Parlamento, durante la seduta per la fiducia al governo Letta. E tutto perché il Parlamento è stato chiamato ad applicare semplicemente l’art. 68 della Costituzione che esclude dall’immunità parlamentare chi è  gravato da “una sentenza

Continua a leggere

La Concordia e l’orgoglio italiano (di Angela Masi)

Standing ovation mondiale per il raddrizzamento della Concordia…. Adesso il Gigante del mare è quasi pronto per lasciare quelle acque. Tanti, a cominciare dal Capo del governo,  esultano al successo italiano e parlano di orgoglio dell’Italia. Siamo tutti contenti che il relitto della Concordia possa essere portato via, ma tanto entusiasmo andrebbe ben calibrato. Il successo non è dell’Italia che

Continua a leggere

E-democracy: una strategia, non un gadget (di Angela Masi)

La partecipazione dei cittadini alla vita pubblica non è fatta solo di norme né di semplice espressione di opinioni, critiche o proteste. La partecipazione non è un termometro sociale da tenere in considerazione con l’occhio rivolto alle competizioni elettorali, ma deve essere il fondamento di un sistema. I cittadini organizzati conoscono i problemi che istituzioni e apparati pubblici devono affrontare,

Continua a leggere

La forza riformatrice della cittadinanza attiva (di Angela Masi)

La parola “riforme” è diventata un tappabuchi per politici in fuga o a corto di idee. Per ogni difficoltà la risposta è sempre “riforme”; quando poi si aggiunge “costituzionali” allora si raggiunge l’apoteosi dei riti misterici perché non si capisce quale magia debbano portare queste benedette riforme costituzionali. Ci sono riforme (o meglio cambiamenti) che procedono nei fatti con poco

Continua a leggere

Le vie della partecipazione: analisi e valutazione civica (di Angela Masi)

La partecipazione dei cittadini alla politica non è un concetto astratto, ma è fatta di azioni, strumenti, ambienti, sedi e i temi di cui si occupa sono quelli concreti che fanno parte delle scelte che le politiche pubbliche devono assumere. Ospedali e trasporti, pulizia delle città e trattamento dei rifiuti, assistenza territoriale e medicinali, istruzione e illuminazione pubblica ecc ecc.

Continua a leggere

Le vie della partecipazione: le reti civiche (di Angela Masi)

Partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, forme di rappresentanza e crisi dei partiti sono sempre temi di grande attualità. Di più: la carenza di partecipazione viene individuata come una delle cause delle degenerazione del sistema dei partiti con le conseguenze che tutti conosciamo sul governo nazionale, delle regioni e dei comuni. Se scriviamo “democrazia partecipativa” sul motore di ricerca di

Continua a leggere
1 2 3