Lavoro: guardare al futuro non all’articolo 18

Gli ultimi dati confermano che il tasso di occupazione sale, di pochissimo ma sale, siamo al 59% circa, scende però la sua qualità (cresce il part-time, il turn over sui contratti a termine, intermittenti….) e scende anche la voglia del legislatore di attuare politiche forti e chiare per l’occupazione. La legge di bilancio ultima sul lavoro ripropone, infatti, solo vecchie

Continua a leggere

Un punto di vista civico sulla riforma del lavoro (di Claudio Lombardi)

Esiste la possibilità di un punto di vista civico sulla riforma del lavoro? Ne parlano i sindacati, ne parlano i partiti, protagonista è il Governo. E i cittadini? Risposta ovvia: i lavoratori sono cittadini e sono i sindacati a rappresentarli insieme ai partiti. Replica (forse meno ovvia): tutti i cittadini in una Repubblica fondata sul lavoro dovrebbero essere interessati alla

Continua a leggere