Il federalismo in sanità che non funziona

Quando quasi un cittadino su dieci rinuncia a curarsi per motivi economici e liste di attesa; quando la prevenzione si fa a macchia di leopardo, con un  Sud che arranca e regioni importanti come Lazio e Veneto che fanno passi indietro rispetto al passato; quando è altrettanto diversificato di regione in regione l’accesso ai farmaci innovativi, soprattutto per il tumore

Continua a leggere

Un punto di vista civico sulla riforma della scuola

Comincia ora un cammino non facile per il disegno di legge noto ai più come “La buona scuola”. Va dato atto al Governo degli sforzi fatti che, al di là delle diverse interpretazioni, testimoniano comunque l’impegno a voler rimettere al centro degli investimenti e delle politiche pubbliche la scuola italiana. I pilastri di questo disegno di legge di riforma della scuola

Continua a leggere

Una soluzione semplice allo scandalo dei vitalizi regionali (di Laura Liberto)

Di fronte allo smantellamento del welfare ed ai continui tagli ai servizi pubblici, i milioni di euro destinati ogni anno dalle regioni per sostenere i vitalizi dei consiglieri regionali sono uno schiaffo per tutti i cittadini. Forse si è già dimenticato, ma va ricordato che già nel 2011 (D.L. n. 138/2011  art. 14) si  prevedeva il passaggio al sistema previdenziale

Continua a leggere

Un’occasione decisiva per la riforma della politica (di Giuseppe Cotturri)

Nella revisione costituzionale del Titolo V nel 2001 fu inserito, all’art.118 comma 4, il principio di sussidiarietà orizzontale; fu riconosciuto cioè che i comuni cittadini hanno capacità di realizzare autonomamente interessi generali, e in tal caso le istituzioni pubbliche, dallo Stato ai governi territoriali, hanno l’obbligo di accogliere e accompagnare (favorire) le attività civiche. Il resto della revisione era confuso

Continua a leggere

Il voto al governo sulla scuola? Sei meno

Intervista Adriana Bizzarri responsabile settore scuola di Cittadinanzattiva che realizza da dodici anni un rapporto annuale sulla sicurezza scolastica. Renzi ha annunciato da mesi l’intenzione di mettere l’istruzione al primo posto cominciando da un’attenzione nuova, forse mai avuto da nessun governo prima d’ora, per la sicurezza degli edifici scolastici. Quale è il punto di vista di chi da anni tiene

Continua a leggere

La riforma strisciante della sanità e il silenzio del Ministero della salute (di Tonino Aceti)

Da cittadini, azionisti e utenti del nostro Servizio Sanitario Nazionale,  siamo molto preoccupati per l’assordante silenzio del Ministero della Salute e del Ministero dell’Economia, all’indomani della presentazione del XVI Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva dal titolo “Meno sanità per tutti, la riforma strisciante”, presentato il 16 luglio a Roma. Da cittadini, come dobbiamo interpretare questo

Continua a leggere

Le vie della partecipazione: analisi e valutazione civica (di Angela Masi)

La partecipazione dei cittadini alla politica non è un concetto astratto, ma è fatta di azioni, strumenti, ambienti, sedi e i temi di cui si occupa sono quelli concreti che fanno parte delle scelte che le politiche pubbliche devono assumere. Ospedali e trasporti, pulizia delle città e trattamento dei rifiuti, assistenza territoriale e medicinali, istruzione e illuminazione pubblica ecc ecc.

Continua a leggere

La riforma strisciante del welfare (di Anna Lisa Mandorino)

Fra qualche giorno Cittadinanzattiva, attraverso l’analisi delle segnalazioni che giungono al Pit, il suo servizio di assistenza e informazione per i cittadini, pubblicherà il consueto rapporto annuale sullo stato della sanità in Italia, dandogli il titolo, emblematico e parlante, di “Meno sanità per tutti”. Tutta l’azione politica degli ultimi anni, caratterizzata dalla riduzione della spesa, ma basata sul “non-criterio” di

Continua a leggere

Parliamo sul serio di partecipazione? In Umbria facciamo così (di Annarita Cosso)

Nel momento in cui di partecipazione di cittadini si parla, ma le azioni concrete si limitano ad una delega per rappresentanti nelle istituzioni che poi rispondono alle varie discipline di partito o di gruppo, un’iniziativa di Cittadinanzattiva Umbria aiuta a capire come si agisce per la partecipazione. Si chiama “Le primarie delle idee”, si rivolge ai cittadini dei comuni chiamati al

Continua a leggere
1 2 3 4