Un’idea deformata di democrazia ( di Carlo Buttaroni)

La politica, nelle forme in cui la conosciamo, è questione recente nella storia dell’uomo. Fino alla nascita degli stati moderni, si configurava prevalentemente su questioni che interessavano la difesa dei confini, la gestione dell’ordine pubblico, le relazioni tra chi deteneva il potere. Molti aspetti della vita quotidiana erano affidati a principi regolatori iscritti spesso su un piano teologico o filosofico.

Continua a leggere

Il vero potere forte e la via del declino

Ernesto Galli della Loggia sul Corriere del 24 gennaio mette il dito nella piaga: le mani che controllano il potere pubblico. L’analisi parte dalla constatazione che “nel Paese esistono ruoli, gruppi sociali e interessi assolutamente decisivi, i quali però da tempo, pur di conservare un accesso privilegiato alla decisione politica, e così mantenere e accrescere il proprio rango e il

Continua a leggere

Il sonno della politica (di Salvatore Sinagra)

Quando nel 2011 il governo Berlusconi implose sulla sua incapacità di approvare la legge finanziaria qualcuno parlò, a sproposito, di sospensione della democrazia. Arrivarono i tecnici, innalzarono l’età pensionabile e fecero tagli. In molti avrebbero voluto che i partiti  che sostenevano quel governo si assumessero le loro responsabilità esprimendo una buona parte dei suoi ministri. Invece, il governo Monti partì

Continua a leggere

Facciamo la rivoluzione partendo dalle comunità locali (di Alex Giordano)

Scusatemi. Faccio ammenda. Devo ammettere che anche io spesso e volentieri mi sono lasciato scappare improperi sul nostro Paese. Mi sono lamentato che siamo dei pecoroni, che siamo un popolo mafioso, mi sono lasciato andare, scusatemi, ai molti luoghi comuni legati al fatto che non siamo in grado di fare una rivoluzione popolare per rovesciare le sorti di un’ Italia

Continua a leggere

Dentro al mondo di centro sinistra: intervista a futuredem

Quel che avviene nel PD interessa tutti, non solo i suoi elettori perché è in gioco il rinnovamento degli indirizzi di governo e della cultura civile dell’Italia . Per questo abbiamo rivolto alcune domande a Giulio Del Balzo uno dei creatori di Futuredem associazione politico-culturale che si rivolge al mondo del centro sinistra.     Che succede nel Pd? Occupy

Continua a leggere

Dal rinnovamento del PD ad una politica nuova (di Roberto Ceccarelli)

Ormai è chiaro che la crisi italiana passa dal modo di essere della politica e dei partiti. Il Partito Democratico che in tanti reputano l’ultimo partito rimasto in piedi dagli sconvolgimenti di questi anni, può svolgere un ruolo importante nel cambiamento del Paese e dell’Europa, se riesce a realizzare il suo progetto originario. La prima cosa da fare è uscire

Continua a leggere

Dall’antipolitica alla partecipazione: intervista ad Andrea Ranieri (prima parte)

Dall’antipolitica alla partecipazione. Ne parliamo con Andrea Ranieri già assessore al comune di Genova, senatore, dirigente sindacale e ora animatore di Left. Altro che antipolitica: alla fine si è dovuto ammettere che il dato cruciale di questi anni è la fortissima spinta alla partecipazione che è emersa in tanti modi e che si esprime oggi anche con la mobilitazione di

Continua a leggere

Le vie della partecipazione: le reti civiche (di Angela Masi)

Partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, forme di rappresentanza e crisi dei partiti sono sempre temi di grande attualità. Di più: la carenza di partecipazione viene individuata come una delle cause delle degenerazione del sistema dei partiti con le conseguenze che tutti conosciamo sul governo nazionale, delle regioni e dei comuni. Se scriviamo “democrazia partecipativa” sul motore di ricerca di

Continua a leggere
1 2 3 4