Dietro il populismo (di Tito Boeri)

Perché in tutta Europa si affermano i partiti populisti? Basta guardare al profilo per età del voto populista, giovane al Sud e vecchio al Nord. E la soluzione passa allora per politiche europee che sappiano affrontare davvero il problema della disoccupazione giovanile nei paesi più periferici. SQUILIBRI E SPINTE MIGRATORIE Se si pensa all’Unione Europea come a un unico paese

Continua a leggere

L’inverno milanese, la crisi e le paure del ceto medio (di Salvatore Sinagra)

Con le statistiche che ci parlano di caduta dei redditi e di crescita della povertà vale la pena andare a vedere da vicino che succede nella vita reale, per esempio a Milano. Niente analisi, ma solo piccoli spunti tratti dalle cronache quotidiane di un’esperienza personale, la mia. TENTATIVI. Pochi giorni fa mi è capitato di entrare in un nuovo e

Continua a leggere

Lettera aperta a chi è come me

Anche l’operaio vuole il figlio dottore…… Impressa nella mente e nell’indole rivoluzionaria di una 15enne che avrebbe voluto cambiare il Mondo, di chi da bambina ha vissuto le ingiustizie di un Mondo corrotto, ingiusto, quasi sempre contro i più deboli. Il bilancio a distanza di quasi 20 anni? Forse ci avrei dovuto rinunciare a tali pretese. Sono cresciuta e ho

Continua a leggere

Gioventù bruciata: dalla beat alla neet generation (di Gaspare Serra)

Saranno forse “non + disposti a tutto” -ricalcando un noto slogan sindacale- ma i giovani italiani dovranno al più presto farsi le ossa per crescere in un Paese di “lupi travestiti d’agnello”, pronti a sbatterli sommariamente sul banco degli accusati. Al bando ogni senilismo demagogico o giovanilismo di comodo, è solare che sia facile scovare, nel mucchio dell’intera “generazione Y”

Continua a leggere

Giovani, svegliatevi (di Giovanna Faggionato)

Pubblichiamo un articolo tratto da www.lettera43.it che rappresenta un punto di vista sulla questione giovanile che merita di essere conosciuto e dibattuto. La chiamano generazione jobless, senza lavoro. Oppure perduta, come la Gioventù che diede il titolo a un film di Pietro Germi nel dopo guerra. Sono i giovani europei dai 20 ai 30 anni: un’infornata di vite interrotte dalla

Continua a leggere

I giovani: una generazione perduta? (di Luca Aterini)

«Impegnamoci seriamente a non ripetere gli errori del passato, a non crearne altre di generazioni perdute». Nell’intervista rilasciata a Sette, Mario Monti spiega che tra le qualità che gli piacerebbe avere rientra «la spontaneità», ma talvolta la esercita con fin troppo vigore. La realtà che accomuna una fetta sempre più grande dei giovani italiani è certamente allarmante; non serve ricorrere

Continua a leggere
1 2