Cannabis light: quando lo stato di diritto va in fumo

La destra alla Salvini esulta. Ormai sulla cannabis si gioca una partita identitaria per questa parte politica che ha tutto l’interesse a confondere le droghe con le sostanze che non lo sono. Sulla questione pubblichiamo un editoriale dell’Istituto Bruno Leoni (www. http://www.brunoleoni.it/) L’emendamento che avrebbe chiarito la legittimità del commercio della cannabis light non entrerà nella legge di bilancio 2020.

Continua a leggere