Coronavirus: una testimonianza da Brescia

Ho cercato in questi ultimi giorni di pensare a quanto possa essere bello il mondo, quanto bella la vita lontano dal nostro inferno quotidiano attuale. Ho provato anch’io cosa significa il fatto che il respiro è l’origine di ogni nostro atto, di ogni nostro pensiero, di ogni nostro sentimento: anch’io sono un reduce. Per la prima volta, dopo una quarantena

Continua a leggere

Come intervenire sulla disuguaglianza

Ho letto con molto interesse lo studio scientifico: “Un modello matematico per la disuguaglianza” (se ne è parlato qui: http://www.civicolab.it/un-modello-matematico-per-la-disuguaglianza/). Conferma ciò che già si pensava da tempo e cioè che il libero mercato lasciato a se stesso produce progressivamente forti disuguaglianze. E ci dice che sono indispensabili delle efficaci correzioni delle istituzioni pubbliche per limitarle, non solo per motivi

Continua a leggere

Elezioni Emilia Romagna: inizia la crisi del populismo?

Forse questi ultimi risultati elettorali dell’Emilia Romagna (mi limito a questa Regione) non sono che l’inizio di un’inversione di tendenza generale. Molto dipenderà da come reagiranno le forze di centrosinistra. Se coglieranno la richiesta che arriva loro di aprirsi, fatta anche in campagna elettorale da quel formidabile movimento delle Sardine,  riorganizzandosi sulle nuove esigenze di una società che certo guarda

Continua a leggere

Odio per gli ebrei. Odio per la diversità

Sono molto opportune le due belle interviste sull’antisemitismo che a Civicolab ha concesso un ebreo come Giovanni Terracina (http://www.civicolab.it/essere-ebreo-il-pregiudizio/ e http://www.civicolab.it/essere-ebreo-la-questione-di-israele/). Un esempio di tempismo, visto il periodo in cui viviamo. Nel mese di dicembre del 2019 l’Espresso pubblicava un’inchiesta su questo spettro che è tornato ad aggirarsi in modo particolarmente virulento in Europa e negli USA, che miete vittime

Continua a leggere

Inizia male il 2020

Ero ottimista dopo il discorso agli italiani di fine anno del Presidente della Repubblica, tutto incentrato su una visione positiva della vita, dell’Italia e del Mondo. Le sbornie nazionaliste e sovraniste che appaiono in via di smaltimento, ma continuano ad essere alimentate dagli egoismi individuali, famigliari e territoriali, dall’odio scelto come stendardo politico, stonano molto con quella impostazione. E stona

Continua a leggere

Movimento delle sardine: io ci sto

Forse è troppo presto per esprimere un parere razionale sul movimento delle “sardine”. Sarebbe bene, di fronte a queste manifestazioni di piazza, proposte da giovani sui trent’anni non impegnati in qualche partito, ma rivolte a tutte le età, in buona parte silenziose, ma parlanti con i simboli della democrazia, stare in ascolto, cercare di coglierne i segnali profondi, senza essere

Continua a leggere

Milano sottrae qualcosa al Sud?

Tra le tante discussioni che ogni giorno vengono innescate nel nostro Paese da dichiarazioni estemporanee, alcune volte surreali, di esponenti politici, ce n’è una molto seria, perchè proviene da un ministro che è anche un economista di valore ed ex vicepresidente dello Svimez, Giuseppe Provenzano, fatta ad un convegno dell’Huffington Post e della Fondazione Feltrinelli su Milano come città europea:

Continua a leggere

Perché bisogna votare alle elezioni europee

Gli ultimi due articoli di Claudio Lombardi ci dicono che cos’è il Parlamento Europeo che tra qualche giorno andremo a rieleggere e quali vantaggi ricaviamo noi tutti dall’essere dentro l’Europa. Ci parlano anche dei limiti attuali dell’Europa: il Parlamento è molto debole rispetto al Consiglio. E la Commissione Europea, che riceve insulti ogni giorno da parte dei componenti del nostro

Continua a leggere
1 2