Regolarizzare gli immigrati? No, ma domani saremo più buoni

Sembrava che il coronavirus ci avesse fatti tutti più buoni, e invece appena qualcuno parla di regolarizzare i migranti (che ci servono per fare lavori che noi non vogliamo fare), ecco che torna il “prima gli italiani”. Cercavamo braccia, abbiamo trovato uomini, come diceva Max Frisch «Un pomodoro, che sarà mai un pomodoro!». La signora davanti al banco della verdura

Continua a leggere