Note di viaggio in Sicilia: potenzialità e perplessità (di Salvatore Sinagra)

Come tutte le estati anche questa volta sono ritornato nella  mia Sicilia, in provincia di Agrigento. Qualche settimana di ferie mi ha fatto riflettere sulle contraddizioni della nostra economia e della nostra società più della lettura dell’ultimo best seller di Thomas Piketty “Il capitale nel ventunesimo secolo”. Di Agrigento, Porto Empedocle, Pozzallo ed altre località siciliane si parla solo in

Continua a leggere

Tolgono lavoro agli italiani

Tolgono lavoro agli italiani. Questa la motivazione suprema di quelli che vorrebbero punire i migranti. E in che modo tolgono lavoro agli italiani? Accettando compensi da fame, facendosi sfruttare così che gli italiani non possono competere con loro. Meravigliosa motivazione! Applausi! Colpevoli non sono gli sfruttatori italiani e le autorità che lasciano fare, ma gli sfruttati. I datori di lavoro

Continua a leggere

I guasti del “più mercato meno Stato” (di Laura Pennacchi)

Il trentennio neoliberista, che ha incubato la crisi economico-finanziaria globale esplosa nell’autunno del 2007 e ancora oggi – dopo cinque anni – drammaticamente in corso, ha sintetizzato la sua esaltazione del mercato e la sua avversione allo Stato e alle istituzioni nel motto “meno regole, meno tasse, meno Stato”, fatto proprio dalle destre. Nella sostanza una potente ideologia ultraortodossa ha

Continua a leggere

Fare i conti con la realtà: i conti pubblici e l’interesse degli italiani (di Claudio Lombardi)

Il Documento di economia e finanza approvato dal Consiglio dei ministri, con allegato Piano nazionale di riforme, delinea un serio impegno dell’Italia su obiettivi di finanza pubblica. In sintesi si prevede di arrivare al pareggio fra entrate e spese in quattro anni in un quadro nazionale di bassa crescita dell’economia ed europeo di aumento dei tassi d’interesse. Per questo bisogna

Continua a leggere