La festa della Repubblica e la prova del Covid

Il 2 giugno del 1946 si svolgeva il referendum per la scelta della forma di stato dopo il disastro della seconda guerra mondiale. Il corpo elettorale, con suffragio universale cioè senza nessuna limitazione di sesso (votarono per la prima volta le donne) e di reddito, scelse la Repubblica. Contemporaneamente fu eletta l’Assemblea Costituente con il compito di redigere la nuova

Continua a leggere

Il nazionalismo è la guerra

Pubblichiamo l’ultima parte del discorso al Parlamento europeo di Francois Mitterrand Presidente della Repubblica francese pronunciato il 17 gennaio 1995 Vi ringrazio della pazienza e dell’attenzione con le quali avete voluto ascoltarmi. E terminerò con qualche osservazione che sarà più personale. Uno scherzo del destino ha voluto che io nascessi durante la Prima guerra mondiale e che io facessi la

Continua a leggere

Dolori francesi

Ma cosa ci combina questa Francia? Anzi, cosa si è messa in testa quella minoranza di francesi che sono andati a votare alle elezioni europee? Marine Le Pen pretende lo scioglimento del Parlamento, annuncia un referendum per uscire dall’euro, vuole stracciare gli accordi per gli scambi commerciali tra Europa e USA e chissà cos’altro. Pensate che se avesse vinto Grillo

Continua a leggere

Elezioni europee. Il nazionalismo populista e la dura realtà

Il leader nazionalista hindu Modi ha vinto le elezioni in India (1,250 miliardi di abitanti). Un accordo trentennale per la fornitura di gas è stato stipulato tra Russia (144 milioni di abitanti) e Cina (oltre 1,36 miliardi di abitanti) corredato da numerosi altri accordi commerciali e per la ricerca scientifica e tecnologica. Come è noto l’Asia sta sempre più diventando

Continua a leggere