La burocrazia è meglio della politica?

Come ha fatto la burocrazia a sostituirsi alla politica e a diventare un centro di potere capace di ostacolare le riforme e lo sviluppo dell’Italia? Lo spiegano Francesco Giavazzi e Giorgio Barbieri nel libro, appena uscito per Longanesi, “I signori del tempo perso. I burocrati che frenano l’Italia e come provare a sconfiggerli” di cui riportiamo un piccolo stralcio a

Continua a leggere

Manager e dirigenti pubblici: la sinistra dei silenzi (di Claudio Lombardi)

L’inchiesta del Sole 24 ore sulle retribuzioni dei docenti delle scuole di alta formazione della pubblica amministrazione pubblicata mercoledì 26 marzo e il fondo di Fabrizio Forquet che l’accompagna meritano una riflessione attenta. Attenzione qui non si parla di costi della politica, di ruberie, di cene sgraffignate (e tanto altro) da miserabili nascosti sotto bandiere di partito. Non si parla

Continua a leggere

Il vero potere forte e la via del declino

Ernesto Galli della Loggia sul Corriere del 24 gennaio mette il dito nella piaga: le mani che controllano il potere pubblico. L’analisi parte dalla constatazione che “nel Paese esistono ruoli, gruppi sociali e interessi assolutamente decisivi, i quali però da tempo, pur di conservare un accesso privilegiato alla decisione politica, e così mantenere e accrescere il proprio rango e il

Continua a leggere

Il gran ritorno dei boiardi di Stato

Presi dalla legge elettorale e dai misfatti della casta dei politici ci eravamo dimenticati di un’altra casta forse più potente dei politici stessi e sicuramente meglio nascosta nei meandri del potere: quella dei burocrati di alto rango e dei manager di nomina pubblica. Per fortuna l’imputazione di Antonio Mastrapasqua noto come presidente dell’INPS, ma titolare della bellezza di 24 altri

Continua a leggere

Un Governo inutile e una possibile via d’uscita (di Claudio Lombardi)

A distanza di tempo e visti i risultati viene il dubbio che il governo Letta sia nato per mascherare un fallimento e un progetto occulto. Il fallimento è stato quello delle forze politiche presenti in Parlamento incapaci di assumersi le loro responsabilità e perse dietro i loro giochi di potere. Il progetto occulto era quello della prosecuzione della maggioranza del

Continua a leggere