Pensioni e lavoro. La questione giovanile oggi

Da quando Tito Boeri è diventato presidente dell’INPS ha subito aspre critiche, per ultima quella di creare panico tra i giovani. E’ innegabile che chi ha iniziato a lavorare a partire dagli anni novanta rischia la povertà quando non sarà più in grado di lavorare per ragioni anagrafiche. A partire dalla riforma Amato si sono succeduti tanti interventi, per ultimo

Continua a leggere