La riforma costituzionale in dieci punti

In autunno gli elettori saranno chiamati ad esprimersi sulla riforma  costituzionale i cui punti salienti sono i seguenti: Nuovo Senato : Viene introdotta una sorta di Senato delle autonomie composto da 74 rappresentanti dei consigli regionali, 21 sindaci e 5 membri di nomina presidenziale con mandato di 7 anni Superamento del bicameralismo perfetto : Il governo riceve la fiducia solo

Continua a leggere

Le funzioni legislative delle Camere nella riforma costituzionale

L’art. 70 rappresenta uno dei cardini della Riforma costituzionale: nella prima parte, infatti, esso riduce le competenze legislative del Senato, mentre nella seconda stabilisce una sorta di supremazia della Camera dei Deputati, la quale viene ad avere l’ultima parola nell’approvazione di tutte le leggi. L’attenzione dei critici della Riforma si appunta su questo articolo nel sostenere che si tratta di

Continua a leggere

Dialogo sulla riforma costituzionale

Pubblichiamo brani di un dialogo tra Ferruccio De Bortoli (F.D.B.) e Pietro Ichino (P.I.) sulla riforma costituzionale F.D.B. Io credo che dovremmo impegnarci tutti, favorevoli o contrari, per far sì che il dibattito sulle riforme costituzionali, da qui a ottobre, non degeneri. Che cosa intendo dire? Chi vota no non è un oscurantista che condanna il Paese ad essere irriformabile.

Continua a leggere

A che punto sono le grandi riforme

L’elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica e soprattutto le particolari modalità con cui è arrivata – senza il voto di Forza Italia, soprattutto – hanno fatto discutere molto negli ultimi giorni opinionisti ed esperti del cosiddetto “patto del Nazareno“, cioè l’accordo politico trovato da Matteo Renzi e Silvio Berlusconi il 18 gennaio del 2014 presso la sede del

Continua a leggere

Riforme istituzionali: la strada giusta già c’è e allora?

Sembra quasi strano non commentare i temi del momento, quelli che campeggiano sulle prime pagine e in testa ai notiziari televisivi: la legge elettorale e la riforma del Senato. Bè veramente ci sarebbe anche la continua caduta del Pil, l’aumento della disoccupazione e la battaglia in Europa per la flessibilità di bilancio. Ma queste sono questioni che ci vengono proposte

Continua a leggere

Senato sì – Senato no

Senato elettivo in quanto tale o Senato composto da rappresentanti dei territori cioè regioni e comuni, ma comunque eletti dai cittadini? La logica vorrebbe che, se la funzione del Senato fosse quella di raccordare i territori alle istituzioni nazionali, fosse composto da rappresentanti di questi territori. C’è la Conferenza Stato regioni? Sì, ma in questi anni non ha prodotto grandi

Continua a leggere

Sul Senato e altro: svolta autoritaria o no?

Ci mancava solo l’appello contro “la svolta autoritaria” che, puntualmente, è arrivato. In ogni momento critico della vita politica nazionale ci sono intellettuali che si incaricano di analizzare la situazione e riescono sempre ad individuare il virus che attacca la democrazia. Ci riescono perché di questi virus ne sono circolati tanti e perché è giusto che assumano il compito di

Continua a leggere