Abbecedario post pandemia: le parole che ci servono

Interessante esperimento ideato e condotto da Emma Tagliacollo e Rossella Aprea su www.lib21.org. Pubblichiamo l’articolo che lo presenta e che ne riassume i contenuti. Le parole sono il tema di questi giorni di isolamento e di riflessione. Parole vomitate, dette a raffica, ripetute, confuse, disorientanti, ambigue, contraddittorie, arroganti, incoerenti, rinnegate, false, vuote. E parole interrotte, frammentate, distanziate, brevi, intense, autentiche, dure come

Continua a leggere

La responsabilità politica di Grillo (di Rossella Aprea)

Che il nuovo di per sé spaventi, la storia ce lo insegna e la vita pure. Così non deve stupire che l’avvento dei grillini in Parlamento abbia spinto nelle prime settimane molti a inanellare discorsi di assoluta ragionevolezza con l’evidente intento di stigmatizzare il nuovo gruppo di parlamentari del M5S, perché giovani, inesperti e impreparati, mentre il vecchio mondo “usato,

Continua a leggere

Una vita sempre più dura (di Rossella Aprea)

Il successo de La Vita Agra, pubblicato nel 1962 fece conoscere al grande pubblico Luciano Bianciardi, apprezzato e scomodo giornalista, autore con l’amico Carlo Cassola nel 1956 del libro-inchiesta I minatori della Maremma. E’ oggi la stessa Vita Agra che, qui riproponiamo per la sua sorprendente attualità, a far riaccendere i riflettori su Luciano Bianciardi, un angry young man, critico

Continua a leggere

Il potere di tutti: bisogna seminare anche nel deserto (di Rossella Aprea)

Il Paese sta lentamente, ma inesorabilmente scivolando nelle sabbie mobili della burocrazia, della corruzione, dell’illegalità, della crisi economica, ma noi cittadini dove siamo? Le risposte dei più sono passive, ma il Paese e la democrazia vivono attraverso ciascuno di noi. Ecco la forza nuova di Aldo Capitini: tornare a comprendere il valore della responsabilità di tutti nei confronti del bene comune,

Continua a leggere

Revocare gli eletti in democrazia? (di Rossella Aprea)

In inglese si chiama “recall”: la revoca degli eletti. L’atto che fa da contraltare alle elezioni politiche. E’ uno strumento mediante il quale gli elettori possono rimuovere un funzionario pubblico prima della scadenza del mandato, presumibilmente a causa della disapprovazione delle politiche da lui perseguite. Si tratta di un istituto tipicamente americano (ma non esclusivamente), nato all’inizio del secolo scorso

Continua a leggere

Un tempo per esserci e io ci sto! Appello ai precari (di Rossella Aprea)

Riproponiamo dal sito www.lib21.org il primo di una serie di articoli dedicati a precari. Che le persone svolgano un lavoro dignitoso e che dia i mezzi per vivere non è solo un affare privato dei singoli individui, ma è un fondamento della nostra Repubblica. Per questo il lavoro è uno dei caratteri essenziali della condizione di cittadino. Il lavoro non

Continua a leggere

Il mercato del lavoro come la cruna di un ago (di Rossella Aprea)

Lavorare oggi è diventato difficile come passare attraverso la cruna di un ago. La situazione è cambiata, soprattutto, negli ultimi 5-6 anni. Una improvvisa e considerevole riduzione delle opportunità nel mercato del lavoro ha determinato un significativo aumento di coloro che cercano lavoro e un netto innalzamento dell’ età media degli aspiranti precari. Tante le ragioni: la crisi delle imprese,

Continua a leggere