Scuola, il governo taglia ai poveri e dà ai ricchi (di Nadia Marchetti)

L’emendamento del governo che cancella l’aumento dell’orario di lavoro ai professori delle scuole medie e superioriè stato accolto come un trionfo personale da parte del ministro dell’Istruzione, che inizialmente non aveva opposto alcuna resistenza, anzi, si era dichiarato apertamente favorevole. La ferma opposizione e le proteste degli insegnanti, degli studenti e dei sindacati, oltre che di parte dell’opinione pubblica, sono

Continua a leggere

La gioventù e le speranze deluse (di Aldo Cerulli)

Con la scusa della crisi mondiale, che si è ripercossa anche sulla nostra Nazione, assistiamo ogni giorno a tagli indiscriminati per quanto riguarda tutto, ma notiamo, con rammarico che vengono penalizzate sempre le fasce più deboli. Non serve riempirsi la bocca con parole che inneggiano alla meritocrazia dette da chi, nella scuola è stato mediocre ma, nella vita ha avuto

Continua a leggere

Libri di testo a scuola approvati dai partiti di maggioranza? (di Valentina Raimondi)

In  riferimento alla proposta di 19 deputati del PdL per l’istituzione di una Commissione d’inchiesta sull’imparzialità dei libri di testo scolastici, vorrei lasciare da parte lo sgomento di fronte all’ennesima prova di brutale sottocultura di questo manipolo di fan berlusconiani ed esaminare il fatto dal punto di vista di un’insegnante, quale io sono, di scuola pubblica e di cittadina e

Continua a leggere

La scuola dove gli studenti dipingono le aule: intervista alla Preside del “Tacito”

Abbiamo già parlato della singolare esperienza del Tacito a Roma dove gli studenti, nel corso di una settimana di occupazione dell’istituto, hanno deciso di dipingere alcune aule con il contributo economico sia dell’istituto scolastico che dei cittadini. Azione esemplare senza dubbio che si aggiunge ai tanti casi nei quali altri studenti e le stesse famiglie sono stati costretti ad intervenire

Continua a leggere

Impressioni di fine estate: i problemi degli italiani e gli impegni della politica 2a parte (di Claudio Lombardi)

La crisi economica non è passata e le sue conseguenze si sentono in termini di riduzione delle attività produttive e di disoccupazione. Tuttavia, mentre tutti si occupano delle questioni nella loro dimensione globale vorremmo richiamare l’attenzione sulla dimensione più vicina alla vita quotidiana delle persone. La dimensione civica, la condizione di cittadinanza come condizione di fatto che mette in relazione

Continua a leggere

In difesa della scuola pubblica (di Piero Calamandrei)

Discorso pronunciato da Piero Calamandrei a Roma l’11 febbraio 1950 “Facciamo l’ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale, però, formalmente, vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuol fare la marcia su Roma e trasformare l’aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata

Continua a leggere