Piccola riflessione sui vincoli europei

All’inizio del 1992 viene firmato il Trattato di Maastricht. Il trattato definisce le tappe per l’unificazione monetaria alla quale saranno ammessi i paesi che garantiranno stabilità della moneta, bassa inflazione e bassi tassi d’interesse con i famosi parametri: disavanzo di bilancio inferiore al 3% del PIL e debito pubblico inferiore al 60% del PIL. Nel 1997 viene adottato il Patto

Continua a leggere

Legge di stabilità: luci e ombre

Il senso di questa legge finanziaria o di stabilità (la stramberia dei nomi inventati per impressionare!) è piuttosto chiaro ed è ricordato in tutti i commenti. La riduzione del costo del lavoro perseguita in vari modi (abbassamento dell’Irap, eliminazione dei contributi per i nuovi contratti a tempo indeterminato ecc) sta al primo posto. La conferma della riduzione Irpef per i

Continua a leggere

Un punto di vista civico sulla riforma del lavoro (di Claudio Lombardi)

Esiste la possibilità di un punto di vista civico sulla riforma del lavoro? Ne parlano i sindacati, ne parlano i partiti, protagonista è il Governo. E i cittadini? Risposta ovvia: i lavoratori sono cittadini e sono i sindacati a rappresentarli insieme ai partiti. Replica (forse meno ovvia): tutti i cittadini in una Repubblica fondata sul lavoro dovrebbero essere interessati alla

Continua a leggere