Come distruggere una nazione e un popolo

Sei milioni fuggiti all’estero e otto milioni all’interno. In 14 milioni hanno abbandonato tutto per scampare alla guerra: case, beni personali, lavoro. Poi ci sono i morti e le distruzioni immense che l’invasione sta producendo. L’opinione pubblica italiana pare non rendersi conto di cosa stia facendo la Russia in Ucraina. Noi guardiamo le immagini in tv, ma non possiamo sentire il totale sconvolgimento che ha colpito la vita degli ucraini. È semplice: se gli ucraini smettono di difendersi saranno sottomessi e ogni potere su di loro passerà alla Russia.

I contrari all’invio delle armi sanno che Putin ha proclamato ben prima dell’invasione che l’Ucraina come nazione non esiste? Si rendono conto che la Russia la sta distruggendo sistematicamente anche per impedirle di rinascere? Se riesce nel suo intento altri popoli dovranno subire lo stesso trattamento fino ad arrivare ai nostri confini che sono protetti dalla Nato. Chi la mette in discussione sa che così l’Italia diventerà una preda per la dittatura militarista russa? Sa che la Russia è già presente in Italia avendo già “comprato” politici e opinion maker e disponendo di una vasta rete di disinformazione su internet? Nessuno vuole fare la guerra alla Russia, ma bisogna pensare bene da che parte stare. Come è oggi la Russia non ha futuro. Ha solo le bombe

11 maggio 2022

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.