L’ardua e ridicola lotta contro i vaccini

No ni boh vax ovvero il dramma dell’abbondanza. Da anni – ma si è gonfiata oltre ogni misura con il covid – sta andando in scena nei ricchi paesi dell’Occidente sviluppato una lotta strenua e ridicola per sfuggire alla scienza cosiddetta ufficiale. Ma è sui vaccini, per motivi incomprensibili alle persone ragionevoli, che si è concentrato un attacco che somiglia ad una guerra di religione. L’ultima frontiera del movimento internazionale contro i vaccini sono le cure alternative che permetterebbero di superare un eventuale malattia da covid senza alcun bisogno del vaccino. Con un’incredibile confusione tra cura e prevenzione e con l’avallo di qualche scienziato e di svariati medici che per motivi insondabili elaborano strampalate ipotesi sugli effetti dei vaccini prodotte unicamente dalla fantasia dei suddetti, ma presentate con accurata terminologia scientifica.

Nel momento in cui si gioca sul crinale della ripresa del contagio con nascita di nuove varianti più forti dei vaccini e avendo molti milioni di non vaccinati c’è qualcuno che ha come obiettivo di sabotare la vaccinazione di massa con  la scusa della libertà di opinione. Forse troppa abbondanza genera mostri. Fossimo poveri forse imploreremmo la salvezza del vaccino

14 settembre 2021

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.