L’inaffidabile destra di Salvini e Meloni

L’economia marcia a pieno regime e i dati di finanza pubblica (deficit e debito) vanno meglio del previsto. Nel contempo la pandemia sembra non essere più un problema e l’eventualità di nuovi blocchi non è nemmeno ipotizzabile. La percentuale di vaccinati con doppia dose si avvia a superare l’80% degli over 12. Anche il green pass non può più essere un problema dato che ne sono rimasti privi pochi irriducibili. Tutta la sceneggiata che è andata avanti per oltre un anno sulle mascherine, sul distanziamento, sui vaccini e, infine, sul green pass ha dimostrato di essere solo chiacchiere e isteria di irresponsabili disposti a mettere in gioco la riapertura e la ripresa del Paese.

Tutto bene? No perché le forze politiche che si sono poste come riferimento di questo movimento di dannosità nazionale sono le stesse accreditate dai sondaggi come quelle che godono del maggior consenso elettorale. Si tratta della Lega double face sospesa tra irresponsabilità e responsabilità, tra la “bestia” di Salvini e Morisi da un lato e Giorgetti, Zaia e Fedriga dall’altro. Si tratta di FdI della Meloni che si atteggia a forza di una destra ragionante, ma con il sovranismo suicida nel cuore. Se gli italiani votano loro si danno la zappa sui piedi

1 ottobre 2021

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.