L’Ucraina che ci mette a nudo

Cosa c’è di più semplice da capire di una guerra di conquista e della resistenza di chi difende la propria libertà? Molti invitano a capirne le ragioni. Sotto accusa è l’espansione ad est della Nato senza che nessuno riesca a portare almeno un esempio di aggressione contro la Russia. Al contrario, la Russia ha condotto tutte le guerre che ha voluto fino alla Libia e al centro dell’Africa senza essere ostacolata. Qualcuno riconosce  alla Russia il diritto di conquistare il territorio che ritiene necessario alla sua sicurezza. Oggi tocca all’Ucraina e non può rifiutarsi. La sostanza terribile è questa.

L’opinione pubblica pacifista, l’intellighenzia di una pseudo sinistra, i cacciatori di complotti reduci dalle battaglie no vax, gli odiatori dell’Occidente, gli anti sistema (ma solo di quello democratico e capitalista). Tutti si sono uniti nella comprensione delle ragioni russe e nell’invito alla resa degli ucraini. La rete di disinformazione messa in piedi dalla Russia per condurre la sua guerra ai regimi democratici (agenzie di stampa, siti, profili veri e falsi) mai contrastata sul serio, funziona a pieno regime e invade i social. Menti deboli e ignoranti che abboccano se ne trovano sempre. Altri semplicemente non vogliono essere disturbati per la guerra di Putin. Gente che sta sempre con il più forte. L’Ucraina ci mette a nudo

12 marzo 2022

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.