Vacciniamoci e liberiamoci del covid

Le strade deserte della notte di Natale hanno replicato lo spettacolo straniante della Pasqua. Il 2020 resterà nei nostri ricordi come l’anno di sacrifici che ben pochi avrebbero ritenuto possibili prima della pandemia. Un sacrificio rinunciare a muoversi liberamente e ad incontrarsi con gli altri. Un sacrificio più grande la perdita del lavoro e del proprio reddito. Il covid sta costando moltissimo agli italiani. E non è finita.

Tutti non vediamo l’ora di tornare ad una vita normale che significa una cosa sola: senza più covid. Con l’arrivo del vaccino il ritorno diventa immaginabile e possibile in tempi che dipendono dall’organizzazione della vaccinazione e dall’adesione di decine di milioni di persone. Ormai sappiamo che dobbiamo raggiungere l’immunità di gregge. Come? In due modi: con il vaccino o facendosi contagiare dal virus. Non ci sono alternative. Il vaccino non fa male a nessuno. Il contagio significa prolungare la diffusione della malattia e rischiare la nostra stessa vita. Cosa ci conviene di più?

28 dicembre 2020

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.