Vaccino

Se l’umanità si è emancipata da malattie terribili lo dobbiamo ai vaccini. Eppure solo il 60% degli italiani accetta quello per il covid. Di fronte a un virus che colpisce duro sarebbe logico che tutti chiedessero di vaccinarsi al più presto e invece emerge un’area di diffidenza e di sfiducia con un’oggettiva pretesa di poter diffondere il contagio in nome della libertà.

Viviamo in un mondo che possiede le più diffuse, sviluppate ed efficaci tecnologie di comunicazione. Abbiamo strutture di ricerca scientifica ed assistenza sanitaria che mai l’umanità ha conosciuto in epoche passate. Siamo letteralmente invasi da ogni tipo di messaggio e bersagliati da una grandine di informazioni di tutti i tipi difficili da comprendere e selezionare. Spesso è l’emotività che prevale pronta ad essere catturata da imbonitori e ciarlatani. Una specie di pensiero magico rivestito di parvenze scientifiche si diffonde e raggiunge percentuali enormi di persone se rapportate alla sua consistenza. Il guaio è che siamo indotti a pensare di poter decidere su tutto, ma non è così

23 dicembre 2020

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.