L’11 settembre dell’Europa (di Antonio Longo)

La strage e la decapitazione della redazione di Charlie Hebdo ad opera del terrorismo islamico ci svela d’improvviso un’Europa debole e indifesa. Debole nella capacità d’integrazione delle masse d’immigrati che varcano le sue porte d’ingresso. Indifesa nella capacità organizzativa di fronteggiare un terrorismo cosmopolita con strutture politiche e di intelligence nazionali. La lunga crisi economica che colpisce l’Europa da anni

Continua a leggere

Le due strade dell’Italia e l’urgenza di una guida politica (di Claudio Lombardi)

Due strade contrapposte si aprono di fronte al governo e di fronte al Paese. La prima è quella dell’Europa nella quale stanno maturando le condizioni per una svolta che metta fine alla sciagurata politica del rigore nei conti pubblici. Hollande ha parlato e il suo discorso indica una strategia e una politica persino utopiche rispetto alla situazione attuale. Tuttavia ha

Continua a leggere

Il grande gioco della finanza e la via d’uscita per l’Europa (di Guido Grossi)

I capi di stato stanno confabulando per salvare le banche. Cerchiamo di capire. Il sistema bancario internazionale ha un cancro: la finanza. Si prende tutta la linfa vitale. E’ solo per questo che non c’è più credito per aziende e famiglie. Negli ultimi decenni è stato permesso alle banche che fanno credito commerciale di fare investimenti finanziari. Erano vietati. Nuove

Continua a leggere