Ma serve proprio una Unione bancaria?

Pubblichiamo il commento di Guido Grossi all’articolo di Salvatore Sinagra che potete leggere qui (http://www.civicolab.it/?p=3876) e la risposta dell’autore. Guido Grossi scrive: “Siamo sicuri che l’interesse pubblico prioritario dell’intera Europa, attaccata dalla crisi economica, politica, di credibilità.. sia quello di concedere alla BCE il controllo sull’intero sistema bancario ? Posso capire in che modo si ravvede l’interesse pubblico nel dare

Continua a leggere

Crisi: una via d’uscita c’è, ma fanno finta di non vederla (di Guido Grossi e Claudio Lombardi)

Spread, crisi finanziaria, debiti pubblici, istituzioni europee e BCE. Cerchiamo di leggere bene la posizione di Draghi e della BCE e traduciamo il tecnico/politichese in linguaggio semplice. La frase di Draghi di qualche giorno fa: “«faremo tutto quanto è necessario per salvare l’euro e, credetemi, sarà abbastanza» era stata accolta dai mercati nella speranza che la BCE avrebbe iniziato da

Continua a leggere

Meno Stato, i servizi ai privati = meno spesa pubblica? (di Guido Grossi)

Ridurre la presenza dello Stato? Schiariamoci le idee. Se chiediamo ai cittadini: “vuoi che il peso dello stato venga ridotto?” immagino che una schiacciante maggioranza voti per il sì. Ne abbiamo le scatole piene di pagare oltre il 50% del nostro reddito a stato ed enti locali. Proviamo, però, a modificare la domanda: “vuoi rinunciare ai servizi pubblici, alla scuola

Continua a leggere

Il grande gioco della finanza e la via d’uscita per l’Europa (di Guido Grossi)

I capi di stato stanno confabulando per salvare le banche. Cerchiamo di capire. Il sistema bancario internazionale ha un cancro: la finanza. Si prende tutta la linfa vitale. E’ solo per questo che non c’è più credito per aziende e famiglie. Negli ultimi decenni è stato permesso alle banche che fanno credito commerciale di fare investimenti finanziari. Erano vietati. Nuove

Continua a leggere

Appello al mondo delle associazioni e del volontariato (di Guido Grossi)

La nostra società civile è di una ricchezza meravigliosa. Le forme di aggregazione sociale che esprime sanno essere belle, generose, serie, competenti. Rappresentano, insieme al mondo della produzione reale e del lavoro, una forza fondamentale a sostegno del tessuto sociale della nazione, per altri versi fragile e lacero. Nellʼassociazionismo e nel volontariato noi cittadini italiani siamo riusciti a ritagliarci lo

Continua a leggere

Debito pubblico e riforma fiscale: dai cittadini il coraggio di una svolta (di Guido Grossi)

LʼItalia attraversa un momento delicatissimo. Sul fronte economico ma, prima ancora, sul fronte ben più delicato della coesione nazionale. Eʼ verosimile che la tensione crescerà mano a mano che si farà più acuto lʼeffetto cumulato dei troppi sacrifici imposti ai soliti noti – che sono le classi sociali più deboli dei lavoratori dipendenti e dei pensionati – per fronteggiare la

Continua a leggere

Accesso dei cittadini agli atti di gestione della cosa pubblica? si può fare (di Guido Grossi)

Premessa LʼEuropa è un luogo oscuro che vuole deliberatamente limitare la sovranità ed il controllo democratico da parte dei suoi cittadini. Qualcuno strillerà: “vero.. è proprio così..” mentre altri penseranno: “falso, lʼEuropa sì che è un posto civile.. altro che Italia”. Probabilmente, ognuno manterrà la stessa opinione che aveva prima. Purtroppo, qualcuno la modificherà in base al grado di stima

Continua a leggere