Niente obblighi, il virus selezionerà i più forti

Fin dall’inizio della pandemia le destre mondiali si sono ispirate, di fatto o esplicitamente, alla selezione naturale: i più forti ce la faranno, i deboli scompariranno. Salvini e Meloni, più furbi, si sono solo opposti a tutte le limitazioni della libertà individuale a causa del covid, ma il senso era quello. Oggi non dicono chiaramente agli italiani “VACCINATEVI SUBITO” e si oppongono sia all’obbligo per gli insegnanti che al green pass. Il loro messaggio implicito è quello di sempre: fate come vi pare, nulla è più importante dei vostri interessi personali. Un messaggio di selvaggio individualismo che, se considerassimo quella contro il virus una guerra, li qualificherebbe come disertori e sabotatori.

Ciò che manca fin dalla comparsa dei vaccini è però un’opera di informazione gestita dal governo. Guarda caso sia il Conte 2 che il Draghi sostenuto dai voti di M5s e Lega fanno finta che il problema non ci sia e lasciano campo libero alla disinformazione. Sui vaccini circolano enormi stupidaggini non contrastate da un’informazione seria. Sembra che per il governo la vaccinazione sia un servizio offerto ai cittadini che si può accettare o rifiutare, ma che non merita un sostegno esplicito. I simpatizzanti NO VAX di 5 stelle e Lega non lo permettono

20 luglio 2021

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.