Dai vaccini all’apprendimento del metodo scientifico

Le dichiarazioni del prof Crisanti sui vaccini sono solo l’ennesima conferma di un fenomeno in corso dall’inizio della pandemia: un confronto tra esperti che si svolge in diretta di fronte all’opinione pubblica invece che nelle sale dei convegni scientifici. I primi, ovviamente, non sono un esercito che si muove agli ordini di uno stato maggiore e, quindi, esprimono i loro punti di vista liberamente come avviene di norma nella comunità scientifica; la seconda, è alla ricerca di risposte pronte all’uso e crede di intravederle in interviste, dichiarazioni o spiegazioni trovate in rete.

Sarebbe meglio che gli esperti tacessero? No, perché quello in corso va considerato come un esperimento di approccio di massa al metodo scientifico. Siamo tutti spinti ad informarci, a riflettere e a ragionare basandoci sull’osservazione dei dati. Il contrario di chi vuole affermare verità assolute. Meglio così

22 novembre 2020

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.