Spesa facile: uno spreco che non risolve i problemi

Quando la terra trema crollano gli edifici. Quando piove strade e zone abitate finiscono sott’acqua. Quando non piove arriva la siccità. Gli esperti la fanno facile. Dicono che gli immobili si possono mettere in sicurezza, che si possono evitare gli sprechi tappando i buchi degli acquedotti e gli allagamenti anche raccogliendo l’acqua in appositi invasi che, nella stagione calda, possono fornire una preziosa riserva d’acqua. Nessuna magia, ma semplici rimedi per situazioni particolari. Tutta roba che avendo davanti decenni si può realizzare e che aiuta a salvare vite, attività economiche e a star meglio. Invece cosa abbiamo?

Un superbonus 110% nato dalla fantasia adolescenziale di un partito – il M5s – troppo cresciuto e troppo immaturo. Altri bonus per tutti i gusti (monopattini, rubinetti, mobili ecc ecc) insieme ad erogazioni a casaccio (persino un regalo agli acquirenti di automobili che mancano perché le fabbriche non le costruiscono). Il Pd vuole una mensilità in più pagata dallo Stato. La Lega insiste per mandare tutti in pensione anticipata e tagliare le tasse. Una distribuzione di soldi che è diventata la malattia della politica italiana. Soldi che non ci sono e che devono essere presi a prestito. Perché il potere viene gestito in questo modo? Si spreca senza risolvere nessuno dei tanti problemi che pesano sulla vita reale degli italiani. Per quanto potrà durare?

30 giugno 2022

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.