Il green pass non basta ma…

La variante delta sta cambiando le carte in tavola e il green pass (vaccinazione, guarigione o tampone) non basta più. Ci sarebbe voluto l’obbligo vaccinale fin da dicembre. Obbligo e sanzioni, non chiacchiere infinite. Che potessero arrivare varianti in grado di bucare la protezione dei vaccini lo si sapeva da almeno un anno. Che ne possano arrivare altre ancora più aggressive è scontato. Basta lasciare ai virus il tempo di moltiplicarsi e differenziarsi nei corpi di milioni di persone e il gioco è fatto. Prima o poi si selezionano i più resistenti.

I più attenti tra gli esperti avevano detto che la vaccinazione poteva avere pieno successo se fosse stata rapida e totale. Totale su scala globale ovviamente perché una variante nata a migliaia di km di distanza in poco tempo arriva dovunque. Pura utopia, ma, almeno alla fase delle varianti avremmo dovuto farci trovare tutti vaccinati in modo da ridurre il rischio di una ripresa della pandemia. Invece ci siamo arrivati con milioni di non vaccinati e con tante discussioni buone solo a creare confusione. La verità è una sola: potremo limitare i danni solo vaccinando di corsa il più possibile. Altrimenti il virus farà il suo lavoro

21 agosto 2021

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.